Un'esperienza in India

Dal 07 dicembre 2009 al 5 gennaio 2010

di Carlo Camarotto

Mappa del viaggio

Presentazione, Mappa del percorso

Un primo contatto con il vasto subcontinente indiano, una terra misteriosa ed avvincente, ma allo stesso anche ineffabile. Un mese a zonzo per il suo piccolo angolo sud-occidentale, da metropoli in piena espansione ad antiche civiltà decadute, da spiagge orlate di palme a montagne immerse nella nebbia.

Bangalore

Tappa numero 1, Dal 7 al 10 dicembre 2009

Bangalore

La caotica capitale del Karnataka, metropoli in forte espansione edilizia e crescita economica. Qui vivono Christian e Vanina, i cari amici a cui ho fatto visita.

Hampi

Tappa numero 2, Dall'11 al 15 dicembre 2009

Hampi

Qualcosa di unico, le rovine della capitale della civiltà Vijayanagar racchiuse tra montagne di macigni di granito rosa ed abbellite dalle foglie verdi dei banani e delle palme da cocco.

Goa

Tappa numero 3, Dal 16 al 23 dicembre 2009

Goa

Un piccolo stato dov'è ancora ben presente l'eredità culturale lasciata dai portoghesi. Una piacevole commistione tra una vecchia Europa coloniale ed un'India vivace e solare.

Natale in India

Tappa numero 4, Dal 23 al 25 dicembre 2009

Natale in India

Come festeggiare il Natale in India in compagnia di un variegato gruppo di italiani.

Mysore

Tappa numero 5, Dal 26 al 27 dicembre 2009

Mysore

Citt√† tipicamente indiana - cio√® caotica - in grado d'offrire due gemme imperdibili. Oltre al famosissimo Maharaja's Palace, il palazzo del Maraja della dinastia dei Wodeyar, qui si possono trovare i pi√Ļ bei tessuti dell'India del sud.

Ooty

Tappa numero 6, Dal 28 al 30 dicembre 2009

Ooty

Piccola cittadina di montagna racchiusa tra le nebbie delle Nilgiri Hills. Tutt'intorno immense piantagioni di tè si alternano a boschi dove dimorano varie specie di scimmie. In città un Giardino Botanico da favola.

Kochi

Tappa numero 7, Dal 31 dicembre 2009 al 5 gennaio 2010

Kochi

A Fort Cochin, quartiere peninsulare di Kochi, la vita scorre rilassante sulla pelle dei tanti turisti che la visitano. Questa è un'India da cui è piacevole farsi cullare.