In bicicletta tra le isole del Quarnero

Dal 18 al 27 agosto 1997

di Paolo Adami e Carlo Camarotto

Osor
Paui
Tuffi a bomba
Tramonto sull'isola
Mali Losinj 1
Pausa

Tappa numero 4, Dal 21 al 22 agosto 1997

Da Cres a Losinij

Giovedì 21 agosto

Appena fuori Cres è già subito salita. La superiamo brillantemente anche grazie all’abbondante colazione a base di cioccolato e marmellata di ribes.

Facciamo un’unica tirata fino al paese di Osor (dove c’è un piccolo ponte che unisce l’isola di Cres con quella di Losinij) percorrendo la strada che attraversa l’isola di Cres in senso longitudinale, passando a fianco del lago Vransko e attraversando i piccoli paesini di Vrana, Hrasta, Belej e, purtroppo, tralasciando una bella deviazione che ci avrebbe portato a Valun e Lubenice, che scopriremo in un altro viaggio essere due dei più bei posti delle isole del Quarnero.

Ad Osor facciamo una pausa-pranzo. Pego, Alessandro e Paui si concedono solo della frutta, sapendo che c’è ancora tanta strada da affrontare prima di sera. Carlo e David non sanno resistere ad una pastasciutta condita con del gulasch e ne pagano le conseguenze rimanendo staccati durante tutta la traversata di Losinij (Lussino).

Una volta attraversato il breve ponte che separa le due isole, ci dirigiamo verso sud affrontando i soliti saliscendi della strada costiera, passando obbligatoriamente per Nerezine, dove pensavamo di doverci fermare per il campeggio. Invece riusciamo a tenere duro fino a Mali Losinij, dove cerchiamo il camping di Punta Cikàt, segnalatoci per la sua bellezza. Arriviamo al camping alle cinque, in tempo anche per goderci un bel tramonto in riva al mare. Montate le tende, siamo pronti a trascorrere una rilassante serata tra birra e piatti di calamari.

Venerdì 22 agosto

Molti di noi sono stanchi di spostarsi ogni giorno, così decidiamo all’unanimità di rimanere a Punta Cikat per goderci una giornata di riposo e di mare. La costa è rocciosa e di difficile approccio. Ma come spesso avviene, è facile trovare un angolino dove la scogliera si alza permettendo di fare dei bei tuffi in acque cristalline.

Dal campeggio di Punta Cikat, lungo la costa, si può percorrere un sentiero ciclabile che raggiunge il centro di Lussin Piccolo (Mali Losinij) senza dover il colle che sovrasta il campeggio. Il percorso, soprattutto se fatto in notturna, è molto suggestivo (consigliabili le torce elettriche). Per arrivare in paese ci sembra la via migliore. Mali Losinij è molto bella e ricorda ai greciofili Paui, David e Pego un paesino visto l’anno precedente. Vicoletti stretti, case color pastello e molti scalini per inerpicarsi sui colli appressati al mare la rendono molto caratteristica.

Qui finiscono le isole del Quarnero, così dobbiamo decidere come proseguire. Zara sembra un’ottima meta. Il traghetto parte alle sette di sera, per raggiungere Zara verso le undici. Ci attende un’altra giornata di relax a Punta Cikat.

 

Dati 4a tappa. Cres - Mali Losinij: 65 km percorsi alla media di 20.2 km/h. Velocità massima raggiunta: 63 km/h. Chilometri totali fatti: 230.